Lavorare in Inghilterra: Online Marketing a Londra

 In Imparare inglese all'estero, Lavorare all'estero

Continua il nostro viaggio tra le esperienze di italiani giovani e meno giovani che hanno deciso di lavorare in Inghilterra per un certo periodo al fine di approfondire la conoscenza della lingua. Questa volta l’intervistato è un giovane comasco, Gianluca Orlandi.

Ci puoi riassumere qual è la tua storia?

 Mi chiamo Gianluca Orlandi, sono di Como e al momento mi trovo in Italia, dopo una positiva esperienza lavorativa di 2 anni a Londra. Mi sono trasferito nel 2009 perchè sentivo da un lato il bisogno di migliorare notevolmente il mio inglese e dall’altro volevo cercare un lavoro nel settore dell’Online Marketing, il quale mi avrebbe permesso di acquisire esperienza in un settore a cui ero estremamente interessato.

 

Che cosa ti ha spinto a trasferirti a lavorare in Inghilterra? Ci puoi riassumere la tua esperienza in quel paese?

Ho deciso di andare a vivere in Inghilterra perchè avevo assolutamente bisogno di immergermi al 100% in una nazione differente;volevo migliorare la lingua ma oltre a ciò, a livello livello personale, desideravo rimettermi in gioco e affrontare una nuova sfida nella mia vita e carriera professionale. Arrivato a Londra frequentai un corso di inglese full time presso una scuola per avere la possibilità di migliorare alcuni aspetti dell’inglese nei quali cui avevo delle lacune, quali grammatica e conversazione. Quando riuscii ad acquistare più convinzione nei miei mezzi linguistici cominciai a cercare un lavoro, anche perchè i fondi in una città costosa come Londra cominciavano a scarseggiare. Iniziai a lasciare diversi CV presso pub e ristoranti e cominciai a lavorare part time presso un club di Camden (famoso quartiere di Londra, ndr). Nel frattempo mi guardavo sempre in giro per riuscire a trovare un occupazione nel settore del marketing online e dopo qualche mese finalmente riuscii a trovare un’internship (l’equivalente del nostro stage) presso una startup nel settore gambling!

 

Lavorare in Inghilterra nel marketing

Lavorare in Inghilterra nel marketing

Come hai imparato l’inglese? E’ stato sufficiente essere in Inghilterra e apprendere “per osmosi” (da quello che hai già raccontato della tua esperienza suppongo di no) o comunque sono necessari diversi sforzi e una buona dote curiosità per imparare l’inglese?

 Il corso di inglese iniziale è servito molto per rispolverare l’inglese, ma ovviamente non è stato sufficiente; finita la scuola tornavo a casa e studiavo sui libri, la sera la passavo in compagnia dei miei flatmates provenienti da tutto il mondo (Spagna, Portogallo, Brasile, Australia) per parlare il più possibile. Leggevo i giornali gratuiti sulla metro e quando trovavo una parola che non conoscevo la segnavo e andavo a cercarne il significato. Anche lavorare in un ufficio dove ero l’unico straniero e i miei colleghi erano tutti inglesi è stato di grande aiuto. Questo per dire che senza un minimo di voglia e di curiosità non è facile imparare o migliorare una lingua.E’ necessario molto impegno e ancora adesso cerco di tenermi in allenamento leggendo blog e siti, oppure guardando film esclusivamente in inglese per non perdere l’abitudine!

 

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Lavorare in Inghilterra e vivere in una città dinamica come Londra mi ha cambiato; ho imparato a pensare diversamente e sono cresciuto a livello personale e professionale. Per questo motivo ho deciso di lasciare un lavoro sicuro in Inghilterra e creare la mia personale azienda che si occupa di marketing online, proprio come facevo a Londra, riguardo alla quale è possibile avere leggere maggiori informazioni su www.socialme.it se siete interessati all’argomento. Con Social Me il mio obiettivo è quello di aiutare aziende, ma anche blogger e altri business a farsi trovare online e riuscire a migliorare la propria presenza sul web. Ma non è tutto, perchè l’altra mia grande passione sono i viaggi e la scrittura e condivido su Viaggiare Gratis consigli e trucchi per riuscire a viaggiare low cost come ormai sono abituato a fare (P.S. sono da poco rientrato da un viaggio in America, Norvegia e Lettonia spendendo circa 400€ in voli e trasferimenti aeroportuali ).

 

Per avere maggiori informazioni su Londra e sull’esperienza londinese di Gianluca è possibile visitare il suo blog personale www.gianlucaorlandi.it e contattarlo personalmente… That’s it for today. Bye bye!

 

Si ringrazia dmohoro per la foto

Post suggeriti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.