La gamification per approfondire la conoscenza dei vocaboli in lingua inglese – l’esperienza di LearnMatch

 In Corsi di inglese Online, Imparare l'inglese con un corso, Imparare l'inglese da autodidatti, Reading and Writing

Far crescere la motivazione di chi sta studiando una lingua straniera coinvolgendolo attraverso il gioco. E’ la sintesi della gamification, alla quale abbiamo già accennato qui, ed è in linea con le attività portate avanti da LearnMatch, app fondata dall’imprenditore austriaco Manfred Kastner che rappresenta un ottimo esempio di tecniche di gamification messe in pratica. Gli utenti – o meglio i giocatori – svolgono ‘allenamenti’ in cui acquisiscono nuovi termini e si preparano per i ‘live match’ con altri utenti basandosi su quanto appreso.

Abbiamo discusso i dettagli di LearnMatch con Kastner in questa intervista.

Puoi riassumere la tua esperienza professionale?

Manfred Kastler - fondatore di LearnMatch

Manfred Kastner – fondatore di LearnMatch

Vivo a Vienna e ho studiato Business e Lingue. Ho un buon background in diversi ambiti tra cui finanza, energia, progetti sociali, in particolare progetti di microfinanza. Nel corso della mia carriera ho investito in diversi progetti che vanno dal sostegno ai rifugiati alla tecnologia in ambito educativo. Da qui è nata l’idea di entrare nel mondo dell’apprendimento linguistico.

Ed è così che è nato Learn Match.

Esattamente. LearnMatch è nata dall’esperienza fatta con la nostra società sorella, Phase6, leader in Germania come vocabulary trainer e piattaforma unica per gli editori di libri per l’apprendimento delle lingue. Nello sviluppo di LearnMatch abbiamo coinvolto anche professionisti noti nel campo dell’insegnamento dell’inglese come Lindsay Clandfield e Philip Kerr. Il principio alla base di Learn Match è che l’apprendimento delle lingue avviene dove c’è una forte motivazione: è grazie alle proprie passioni che si impara più velocemente e quindi ho pensato che fosse opportuno combinare una passione comune come quella per lo sport con l’apprendimento delle lingue straniere.

E il carattere ludico di Learn Match aiuta a mantenere la motivazione?

Assolutamente sì e questo avviene su due livelli. In primis, allo scopo di far imparare agli utenti nuove parole in una lingua straniera, LearnMatch usa frequentemente esempi tratti dalla fraseologia calcistica in base all’idea che sia più facile imparare e ricordare se stiamo leggendo o parlando di una nostra passione. Inoltre, l’idea dell’allenamento prima di giocare una partita contro un altro utente che sta imparando la stessa lingua allo stesso livello è altrettanto stimolante e motivante.

Gli utenti dimostrano interesse nei confronti della vostra app?

Sì abbiamo risposte molto incoraggianti. Solo negli ultimi quattro mesi del 2018 abbiamo registrato circa 200.000 download di Learn Match e in gennaio supereremo i 100.000 download mensili. Ci tengo a sottolineare, tra l’altro, che la nostra app riscuote successo non soltanto tra i ragazzi ma anche tra le ragazze, il che ci motiva a sviluppare ulteriormente l’app.

Quindi le app come Learn Match potrebbero sostituirsi alla figura del docente di lingua nel futuro…

Assolutamente no. Questo è un punto importante che desidero evidenziare. Non c’è nulla che possa sostituire la passione e il trasporto emotivo di un buon insegnante. Solo un essere umano può ispirare altri esseri umani. La tecnologia ha proprio la funzione di facilitare il lavoro dell’insegnante e di metterlo nelle condizioni migliori di svolgere il suo lavoro.

 

Post recenti

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.