La Differenza tra Past Simple e Present Perfect… Non Scoraggiatevi!

 In Dubbi comuni degli studenti di inglese, I verbi in inglese

La differenza tra Past Simple e Present Perfect Simple è un cruccio per tanti studenti italiani (e non solo) che studiano l’inglese.

Vorrei iniziare la spiegazione con un incoraggiamento. Non abbattetevi troppo se state facendo fatica a interiorizzarla. Molto spesso, anche se non userete in maniera corretta al 100% il Present Perfect Simple o il Past Simple, la comunicazione riuscirà comunque a scorrere senza intoppi insormontabili. Teniamo sempre a mente un concetto fondamentale: una lingua serve per comunicare e non per conoscere bene la grammatica o per prendere un bel voto nel compito in classe o per passare un esame di certificazione.

Ciò detto, veniamo all’argomento dell’articolo.

La differenza tra Past Simple e Present Perfect: non fidatevi dell’italiano

Insegno da diversi anni e ho notato che la prima causa di confusione nell’uso di Past Simple e Present Perfect è legata all’idea che entrambi trovino perfette corrispondenze nei tempi verbali italiani. In base a questo ragionamento, molti studenti credono che: Present Perfect = passato prossimo e Past simple = passato remoto.

Non fatevi fuorviare dall’italiano, ma cercate invece di capire in quali circostanze viene usato uno o l’altro tempo verbale. Entriamo nel dettaglio

Il Past Simple: come si forma e quando si usa

Forma affermativa:  soggetto + verbo + ed

I finished my lessons last month.

She called you 5 minutes ago.

Molto semplice. I verbi irregolari esulano ovviamente dalla regola di aggiungere -ed per formare il past simple. Per esempio:

I went to the doctor every month when I was a child.

My father gave me a present last night.

Per la forma negativa usiamo l’ausiliare did not (didn’t) davanti alla forma base del verbo. Per la forma interrogativa usiamo did + soggetto + verbo alla forma base. Per esempio:

Did you call me last night?

She didn’t come here last year.

Il Past Simple si usa principalmente in due casi:

  1. per parlare di azioni avvenute in un tempo passato che si è concluso
  2. per parlare di abitudini passate

Nel caso di 1), spesso nella frase con il Past Simple sono presenti espressioni passate come …ago, last…, yesterday, oppure date passate (in 1945, in 2000, ecc.). Non importa se l’azione è avvenuta un secondo fa o un milione di anni fa: ciò che conta è soltanto se l’azione è passata e se il tempo dell’azione si è concluso.

Nel caso di 2), l’espressione di tempo passata può essere o non essere presente. Stiamo comunque parlando di un evento che si verificava nel passato con una certa frequenza (per questo a volte troverete avverbi di frequenza come always, “sempre”, often, “spesso”, ecc.)

Differenza tra Past Simple e Present Perfect

Differenza tra Past Simple e Present Perfect

Il Present Perfect Simple: come si forma e quando si usa

Forma affermativa: soggetto + have/has + participio passato (si forma aggiungendo -ed alla forma base del verbo)

Forma negativa:  soggetto + have/has + not + participio passato

Forma interrogativa: Have/has + soggetto + participio passato

Per esempio:

Have you done your homework?

I have eaten too much.

She has not arrived yet.

In quali situazioni si usa il Present Perfect Simple?

  1. per parlare di un’azione passata. Il tempo in cui si è svolta l’azione non è ancora terminato. Per esempio se è ancora mattina e io dico: “I have eaten too much this morning,” uso il Present Perfect perché la mattinata non si è ancora conclusa.
  2. per parlare di un’azione passata avvenuta in un tempo passato indefinito. Per esempio: I‘ve read Hamlet / She has been here before.  Come  vedete, in nessuno dei due casi ho specificato quando nel passato l’azione è avvenuta.
  3. con avverbi di tempo quali still, already, just, (not) yet. Pensate al titolo di una famose canzone degli U2: I still haven’t found what I’m looking for.

La differenza tra Past Simple e Present Perfect. Non è il caso di disperarsi…

Ci sarebbe spazio per approfondire ulteriormente, ma non mettiamo altra carne al fuoco. Non è davvero comunque il caso di disperarsi. Se invece di dire: I have already had lunch, direte I already had lunch sarete assolutamente comprensibili e per non farvi fare indigestione il vostro interlocutore non vi offrirà un secondo pranzo. Peraltro, proprio in tale circostanza, l’inglese americano preferisce proprio la seconda frase alla prima.

Comunicare è ciò che conta. Detto ciò, l’obiettivo di migliorarsi e di comunicare nella maniera più dettagliata e precisa possibile è lodevole e va ovviamente perseguito con tenacia – parola di persona particolarmente puntigliosa! Dall’altro lato, però, bisogna sempre tenere a mente che il processo di apprendimento ha bisogno del suo tempo e che l’assorbimento di determinate strutture richiede sforzi costanti. Quindi: patience, my friends!

Se questo articolo vi ha aiutato a capire meglio la differenza tra Past Simple e Present Perfect, non siate timidi e condividete sui social… Grazie per la vostra attenzione. See you soon!

 

 

 

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.