Imparare l’Inglese da Autodidatti: Alcune Risorse Online

 In Imparare l'inglese da autodidatti, magazine

Il compito di ogni persona è farne crescere una migliore: è grazie a un atteggiamento di questo tipo che gli esseri umani si sono evoluti (anche se in più occasioni sembrano andare all’indietro come i gamberi); si tratta di un principio sacro che non è nostra intenzione mettere in discussione. Se, quindi, parliamo di imparare l’inglese da autodidatti (o qualsiasi altra materia), è soltanto in relazione a qualche strumento in più messo a disposizione dalla tecnologia nel caso in cui non ci si possa permettere un insegnante per motivi di tempo o di denaro.

Nel caso dell’inglese, Internet e la rivoluzione tecnologico-comunicativa da esso generata hanno sicuramente aperto possibilità di apprendimento molto più stimolanti che in passato. Se, infatti, fino a 15 anni fa le possibilità di ascoltare un dialogo in inglese erano limitate all’ascolto di cd o cassette, tramite YouTube l’accesso alla visione e all’ascolto di film e canzoni in lingua originale sono aumentate esponenzialmente. Il tutto è reso più interessante dalla freschezza dei contenuti, che vengono costantemente aggiornati e pubblicati.

Imparare l'Inglese Da Autodidatti

Imparare l’Inglese Da Autodidatti

Il problema di YouTube è che non si tratta di una piattaforma pensata per studenti di inglese e i video disponibili in lingua originale non sono suddivisi per livelli di competenze linguistiche. Il rischio, quindi, è che un principiante che voglia usare YouTube per imparare l’inglese da autodidatta si trovi spaesato e frustrato dato che la maggior parte dei video in inglese sarebbero di difficile comprensione anche per studenti molto più esperti.

A questo proposito, certamente è molto più consigliabile il sito della BBC che ha una sezione dedicata all’insegnamento dell’inglese con relativo canale YouTube ricco di videolezioni e suggerimenti utili. Il livello linguistico dei diversi contenuti viene indicato per dare modo all’utente di capire quelli che sono più adatti alle sue competenze e verificare eventuali progressi nella comprensione.

Degno di nota, a fianco a un mostro sacro come la BBC, ci sembra anche un sito che ha il notevole pregio di fornire un’abbondante quantità di materiale gratuito: TeachYa divide infatti i contenuti per livello e tipologia di esercizio, presentando inoltre informazioni utili sulle certificazioni linguistiche.

Per concludere, dato che ci siamo già dilungati – e sull’argomento risorse online torneremo in seguito – ci permettiamo di segnalare un sito, per giunta italiano, sul quale è possibile trovare spiegazione di dubbi comuni relativi all’inglese, consigli per l’apprendimento, spiegazione di espressioni idiomatiche, traduzione di testi di canzoni e film, interviste a esperti del campo, esperienze di lavoro o studio nei paesi anglosassoni…. Il nostro! Arrivederci quindi a presto… Bye bye!

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.