Imparare l’Inglese – e la Lettura della Realtà – con i Film

 In Come Imparare l'inglese con le canzoni e i film, Imparare l'Inglese Magazine, Lingua e cultura

Qual è il modo migliore per imparare l’inglese? Un po’ come il medico decide la cura non solo in base ai sintomi ma anche in base alla personalità del paziente, cercando di dargli ciò che  più lo rassicura, il metodo migliore per imparare l’inglese andrebbe trovato e “prescritto” di volta in volta, adattandolo  da persona a persona.
Ciò che conta, se si vuole imparare efficacemente e se si vuole evitare di vivere l’esperienza di un apprendimento vissuto come una dolorosissima pratica austera, è trovare le motivazioni e gli interessi che davvero spingono ad avventurarsi nello studio, sia esso dell’inglese, del francese, del cinese o di qualsiasi altra lingua.


Chiarito questo concetto – che sul nostro sito che parla di come imparare l’inglese non ci stancheremo mai di ripetere – è comunque vero che si possono proporre alcuni esercizi pratici, da svolgere anche autonomamente.

 

Come Imparare l'Inglese con le Notizie dal Mondo

Come Imparare l’Inglese con le Notizie dal Mondo

Uno di essi riguarda la visione dei film; non credo, con questo, di dire niente di particolarmente nuovo. Il punto, però, è l’atteggiamento “attivo” da sviluppare mentre si guarda un film in lingua originale. In altre parole, se lo scopo della nostra visione è il miglioramento della conoscenza della lingua non basta guardare un film in inglese per imparare automaticamente nuovi vocaboli o nuove strutture. L’apprendimento “per osmosi”, infatti, non esiste e credere che basti stare seduti davanti alla tv per assorbire nuove parole non porterà nessun risultato e al contempo farà perdere l’occasione di gustarsi un buon film. Purtroppo – o per fortuna – per imparare l’inglese esistono soltanto degli sforzi che possono essere quanto più efficaci quanto più mirati: la soddisfazione data dal verificare un miglioramento però rende piacevoli anche questi sforzi. Per questo motivo, se decidete di guardare un film in inglese come materiale di studio, armatevi di carta e penna o computer e prendete appunti ogni volta che notate una parola nuova o un’espressione che vi colpisce e provate poi voi stessi a ripeterle, come se foste i personaggi del film.
Il discorso relativo al cinema, tra l’altro, non riguarda meramente il come imparare l’inglese, ma è in senso più generale anche un’occasione di arricchimento culturale, dato che attraverso il cinema abbiamo modo di venire a contatto con la cultura di un altro paese (o più culture, considerato che l’inglese è parlato in nazioni anche molto diverse tra loro).
Per quanto ci riguarda, normalmente siamo esposti alla visione di film americani poiché l’industria cinematografica statunitense l’ha fatta da padrone nello scorso secolo. Non voglio analizzare in maniera troppo profonda il significato che il cinema americano – specialmente quello dei cosiddetti B-movie – ha avuto e ha ancora dal punto di vista della propaganda, ma esso propone spesso alcuni messaggi il cui impatto sulla nostra visione e opinione della realtà e degli Stati Uniti non è certamente da sottovalutare.

Per esempio:

gli USA sono i salvatori del mondo (pensate a Independence Day, in cui il Presidente statunitense in persona sferra l’attacco decisivo contro gli alieni);

la legge è inefficiente e quindi è giusto che alcune persone, eroi o giustizieri, si pongano al di sopra di essa (Robocop, Cobra, i film con Schwarzenegger, ecc);

il mondo arabo è portatore di morte e distruzione (guarda caso sono libici i terroristi che compaiono in Back to the Future, Ritorno al Futuro, film comunque divertentissimo);

i comunisti sono tutti indistinatmente cattivi e monoespressivi (Rambo III e Rocky IV, diretti da Sylvester Stallone, amico di Ronald Reagan che non a caso come Presidente USA coniò l’espressione Evil Empire per definire l’URSS).
Finite queste doverose premesse, vi auguro una buona visione! Bye bye!

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.