Frasi Celebri di Shakespeare… in Italiano

 In Imparare l'Inglese Magazine, Lingua e cultura

Considerato uno dei più grandi drammaturghi e poeti di tutti i tempi, William Shakespeare ha contribuito con la sua florida creatività in maniera decisiva allo sviluppo della lingua inglese, la quale, nel periodo in cui visse il Grande Bardo, stava attraversando una fase di cambiamenti culminata appunto nel XVII secolo (nel quale Shakespeare morì) e il passaggio da Middle a Modern English.

Frasi Celebri di Shakespeare

Frasi Celebri di Shakespeare

L’influenza di Shakespeare non si è limitata all’inglese. Consciamente o meno, anche in italiano utilizziamo un gran numero di espressioni provenienti dalle pièce o dalle poesie del drammaturgo originario di Stratford-upon-Avon. Alcuni anni fa il giornalista Bernard Levin è stato autore del testo You Are Quoting Shakespeare nel quale cita un ampio numero di espressioni e frasi provenienti da opere shakespeariane e che inizia così:

“If you cannot understand my argument and declare ‘It’s Greek to me,’ you are quoting Shakespeare.”

“Se non capisci la mia argomentazione e dichiari: “Per me è greco (in italiano diremmo:”Per me è arabo,” ndr) stai citando Shakespeare.”

La traduzione letterale di It’s Greek to me  in italiano non avrebbe senso. Tuttavia, come abbiamo anticipato, gli esempi di frasi celebri di Shakespeare che sono entrate nell’italiano di tutti i giorni sono numerosi. Pensate a:

Essere o non essere. Questo è il problema. / To be or not to be; that is the question. (da Amleto / Hamlet)

Tutto è bene quel che finisce bene. / All’s well that ends well (dall’opera omonima)

Non è tutto oro ciò che luccica. / All that glitters is not gold (Il Mercante di Venezia / The Merchant of Venice)

La gelosia è un mostro dagli occhi verdi. / Jealousy is the green-eyed monster (da Otello / Othello)

Un cuore d’oro / A heart of gold (Enrico V / Henry V)

Fair play / fair play (La Tempesta / The Tempest)

Rompere il ghiaccio / to break the ice (La bisbetica domata / The Taming of the Shrew)

Questi sono soltanto alcuni esempi di quanto Shakespeare abbia inciso non soltanto nell’inglese. Ancora oggi, a distanza di quasi 450 (+1) anni dalla sua nascita e a 400 (-1) dalla sua morte, l’immenso drammaturgo viene ricordato e celebrato.  Le sue opere vengono rivisitate continuamente da registi e critici che a seconda dell’epoca danno ai suoi testi un’interpretazione diversa, tanto da ispiare il titolo di un saggio di uno dei più grandi studiosi di teatro del ventesimo secolo, Jan Kott: Shakespeare, nostro contemporaneo.

 

 

Post recenti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.