Come Imparare l’Inglese e i Suoi Tempi Passati

 In Dubbi comuni degli studenti di inglese, I verbi in inglese

Uno dei tanti scogli che gli studenti che cercano di imparare l’inglese trovano sul cammino è quello dei tempi passati.

Infatti, se apparentemente lo studio del passato è facilitato da un numero di tempi verbali inferiore rispetto all’italiano, dall’altro lato c’è poca chiarezza relativamente a quando usare un tempo piuttosto che un altro.

E’ innanzitutto necessario sradicare l’idea secondo la quale a un tempo verbale italiano ne corrisponda uno inglese: se ciò può essere vero in alcuni casi, può altrettanto essere molto fuorviante in altri.

Il passato prossimo italiano non è uguale al Present Perfect inglese, così come il passato remoto italiano non è equivalente al Past Simple inglese.

Ma andiamo con ordine. I tempi passati dell’inglese sono:

 

Past Simple;

 

Ex.   I called my parents last night /  She went to England.

 

 

Past Continuous;

 

Ex. It was raining while I was ironing my shirts.

 

 

Past Perfect;

 

Ex. After the match had started, I arrived.

 

 

Present Perfect Simple;

 

Ex.  I have been to the US many times.

 

 

Present Perfect Continuous;

 

Ex. I have been studying English for hours.

 

 

Senza entrare troppo nei dettagli perché servirebbero almeno 5 lezioni, possiamo anticipare che non è un caso che i tempi (tenses in inglese) descritti come Present Perfect contengano la parola present, perché esprimono eventi avvenuti o iniziati nel passato che sono in qualche modo collegati al presente.

I tempi contenenti la parola Past, invece, esprimono azioni passate che normalmente non hanno legami con il presente.

Prossimamente, cercheremo di addentrarci di più nelle differenze tra i diversi tempi passati della lingua inglese. That’s it for today! Bye bye!

 

Post suggeriti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.