Dic 022013
 

Qual è la differenza tra un attestato di frequenza o partecipazione e una certificazione di inglese? Attenzione: si tratta di un argomento importante e la distinzione non è pura pignoleria.

Diverse scuole e corsi di inglese si vantano di offrire, compreso nel prezzo, un attestato a ogni singolo studente al termine di un ciclo di lezioni. Questo, che sembra un “di più” che la scuola o l’ente organizzatore del corso offrono è in realtà poco più che carta straccia e sarebbe anzi meglio se venisse inviato in formato elettronico per salvare qualche foresta.

Qual è infatti il valore di un attestato? Semplicemente, come dice il termine, “attesta” il fatto che una persona abbia frequentato delle lezioni. Se poi questa persona, durante le ore del corso abbia dormito, abbia seguito, abbia imparato o sia uscita a fare una passeggiata poco importa: ciò che conta è che abbia “fatto presenza”. Forse sto usando dei toni un po’ esagerati, ma è giusto per rendere meglio l’idea.

Il punto è – e ritorniamo all’inizio – che tra un attestato di frequenza e una certificazione linguistica (nel nostro caso una certificazione di inglese) c’è una differenza enorme.

Nel caso della certificazione non ci si cura quasi mai del se e come lo studente abbia partecipato a un determinato ciclo di lezioni: l’importante è che si sia preparato e che dimostri di raggiungere un livello X di conoscenza della lingua, conoscenza che viene verificata in una sessione d’esame da un esaminatore qualificato.

Certificazioni Inglesi

Certificazioni Inglesi

A che cosa serve invece avere una certificazione internazionale di lingua inglese? Si tratta di un documento ufficiale che viene di norma richiesto a chi desideri iscriversi in una facoltà universitaria di un altro paese. Ovviamente, essendo questo blog dedicato alla lingua inglese, ci concentriamo perlopiù sulle certificazioni di lingua inglese.

In UK, per esempio, vengono normalmente accettati soltanto gli studenti in possesso di una certificazione di livello B2 o C1 a seconda di quanto selettiva è l’università.

Lo studio di preparazione alla certificazione può avvenire in modo autonomo, come detto, oppure presso una scuola di lingue (o svolgendo un corso in rete). Talvolta è consigliato l’acquisto di libri specifici per preparare una determinata tipologia di esame, ma in genere non è obbligatorio comprarli.

Il costo dell’esame – escludendo quindi l’eventuale corso preparatorio con annessi cd, dvd e volumi – varia a seconda del livello dell’esame e dell’ente certificatore che lo eroga. Diciamo comunque che per un esame di livello intermedio-avanzato si possono spendere tra i cento e i duecento euro (cifra approssimativa, lo sottolineo e ripeto)…

Comunque, se volete approfondire ancora un po’ l’argomento delle certificazioni di inglese non dovete fare altro che seguire il link 🙂

That’s it for today. Bye bye!