Ott 102014
 

Se vogliamo studiare l’inglese come si deve, non dobbiamo dimenticare che gli skill da sviluppare sono 4: reading, listening, writing e speaking. Oggi ci concentriamo principalmente sui primi 2, ossia reading e listening.

Partiamo dalla considerazione che, ovviamente, più leggiamo e più ascoltiamo meglio è, ma esistono comunque dei “trucchi” che possiamo utilizzare per dare un po’ di “boost” (carica) al nostro apprendimento.

1)      Scegliamo  con attenzione che cosa leggere e ascoltare. Questo punto è molto importante perché  più i materiali che utilizziamo catturano la nostra attenzione, meglio sarà per il nostro apprendimento. Se, al contrario, le nostre letture o i nostri ascolti risultano troppo difficili o noiosi, ci potremmo trovare demotivati e quindi, per così dire, “lasciarli lì a metà”.  E’ quindi bene passare subito ad altro che stimoli un po’ di più i nostri preziosissimi neuroni  😉

2)      Leggiamo e ascoltiamo materiali dello stesso autore o, perlomeno, che trattino degli stessi argomenti. Il motivo per cui attenersi a questa pratica può risultare di aiuto è che, ad esempio, materiali relativi allo stesso ambito useranno, verosimilmente, il medesimo lessico, le stesse forme grammaticali, e così via e, dal momento, che “ripetizione” e “comprensione” sono due elementi  chiave è facile capire che questo “trucco” ci può aiutare enormemente ad acquisire più lessico e più velocemente.

3)      Un’altra via per imparare l’inglese bene può essere quella di leggere e ascoltare contemporaneamente.  Ok, questo può sembrare strano: leggere e ascoltare allo stesso tempo aiuta ad associare la parola scritta al suono, cosa non proprio secondaria dal momento che l’inglese è una di quelle lingue che suonano talvolta molto diverse da come si scrivono.  Una buona soluzione in questo senso sono gli audiolibri, che ci danno la possibilità di seguire ciò che c’è scritto sulle pagine, accompagnati dall’interpretazione di un attore professionista. Quindi in breve, ascoltiamo un po’, leggiamo un po’, ascoltiamo un po’  e leggiamo un po’. Easy!

Fonti da cui attingere per trovare materiali da leggere e ascoltare.

Laddove una volta trovare del materiale per praticare l’inglese  era decisamente difficile, oggi, grazie a internet, tutto è decisamente più semplice e a portata di mano. La rete è una fonte praticamente inesauribile da cui attingere, soprattutto se consideriamo che:

a)      Il web parla praticamente solo inglese

b)      In rete si trovano materiali relativi ai più svariati interessi

Ma se vogliamo allontanarci un po’ dalla classica pagina web e praticare un po’ entrambi i nostri skill beh, niente di più semplice. iTunes di Apple o il Google Play di Google, (ma in generale comunque tutta internet) sono popolati di ottimi podcast con trascrizioni da poter ascoltare in qualunque momento.

Un esempio è il portale del british council, dove si possono scaricare podcast di livello base  con le trascrizioni e una serie di esercizi relativi agli ascolti. Inutile dire che la qualità dei materiali è decisamente alta.

Invece, per gli studenti con un livello un pochino più alto, diciamo intermedio, si può fare affidamento sui podcast di ESL Podcast.

Naturalmente, insieme ad ogni puntata c’è anche un’utilissima learning guide che contiene le definizioni delle parole più difficili, una trascrizione completa e anche una documento extra relativo alla vita negli Stati Uniti…insomma una risorsa piuttosto completa!

Un’altra risorsa che può essere utile per studenti di livello intermedio e avanzato è VOA Learning English Audio. Una cosa interessante di questi podcast è che sono divisi, per così dire, per canali, e quindi ognuno può trovare quello che gli interessa di più. Inoltre, alla fine di ogni trascrizione, troverete diverse attività interessanti che completano il tutto ma, dato che ci stiamo concentrando su reading e listening ci potemmo anche fermare qui.

Studiare l'inglese: Reading e Listening

Studiare l’inglese: Reading e Listening

Per utenti che vogliono imparare l’inglese ad un livello più avanzato, invece, le risorse di TED  e di TED Radio Hour sono …..fantastiche! Partiamo dalla considerazione che TED non nasce con intenti didattici, ma come “piattaforma” divulgativa per portare al pubblico le idee, le innovazioni  e le tendenze di alcune delle persone più influenti del nostro tempo. Quindi, partendo dalla considerazione che questi materiali sono utili e interessanti a priori, nulla ci vieta di utilizzarli anche a scopo “educativo”.

Naturalmente la rete è piena zeppa di risorse interessanti per studiare l’inglese e qui ne abbiamo menzionate solamente alcune; comunque niente paura: su come imparare l’inglese troverete altri indirizzi e indicazioni per non perdervi nella selva dei materiali di studio 😉

 

 

That’s it for today…bye bye